Креирајте сајт

Пројекти финансирани од Ватикана који се фокусирају на коронавирус

Una fondazione vaticana per l’America Latina finanzierà 168 progetti in 23 paesi, con la maggior parte dei progetti incentrati sugli effetti che la pandemia di coronavirus ha avuto nell’area.

Secondo un comunicato stampa, 138 dei progetti sociali della Populorum Progressio Foundation quest’anno mireranno ad aiutare a mitigare gli effetti a breve e medio termine di COVID-19 nelle comunità dell’America Latina.

Altri 30 progetti di aiuto alimentare, richiesti da papa Francesco, sono già in corso e organizzati in collaborazione con la commissione COVID-19 del Vaticano.

Il consiglio di amministrazione della fondazione si è riunito in riunioni virtuali il 29 e 30 luglio per approvare tutti i progetti.

“Di fronte a questa crisi di proporzioni globali che stiamo vivendo, questi progetti intendono essere un segno tangibile della carità del Papa, nonché un appello a tutti i cristiani e alle persone di buona volontà a praticare la virtù della carità e della solidarietà sempre meglio, garantendo che durante questa pandemia “nessuno rimanga indietro”, come ha chiesto il Santo Padre Papa Francesco “, ha detto il comunicato stampa.

La Fondazione Populorum Progressio per l’America Latina e i Caraibi è stata istituita da San Giovanni Paolo II nel 1992 “per aiutare i poveri contadini e promuovere la riforma agraria, la giustizia sociale e la pace in America Latina”.

Giovanni Paolo II ha fondato l’istituzione di beneficenza durante il quinto centenario dell’inizio dell’evangelizzazione del continente americano.

Nella sua lettera fondativa, ha affermato che la carità “deve essere un gesto dell’amorevole solidarietà della Chiesa verso i più abbandonati e quelli che hanno più bisogno di protezione, come i popoli indigeni, i popoli di origini razziali miste e gli afroamericani “.

“La Fondazione mira a collaborare con tutti coloro che, consapevoli delle condizioni di sofferenza dei popoli latinoamericani, desiderano contribuire al loro sviluppo integrale, secondo un’applicazione giusta e appropriata dell’insegnamento sociale della Chiesa”, ha scritto il papa nel 1992.

Il Dicastero per la promozione dello sviluppo umano integrale sovrintende alla fondazione. Il suo presidente è il cardinale Peter Turkson. Riceve un sostegno sostanziale dai vescovi italiani.

La segreteria operativa della fondazione si trova a Bogotà, in Colombia.