Креирајте сајт

Папа Фрањо младима Међугорја поручује: нека вас надахне Дјевица Марија

Papa Francesco ha sollecitato i giovani riuniti a Medjugorje per imitare la Vergine Maria abbandonandosi a Dio.

Ha lanciato l’appello in un messaggio a un incontro annuale dei giovani a Medjugorje, letto il 1 agosto dall’arcivescovo Luigi Pezzuto, nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina.

“Il grande esempio della Chiesa che è giovane nel cuore, pronta a seguire Cristo con nuova freschezza e fedeltà, rimane sempre la Vergine Maria”, ha detto il papa nel messaggio, inviato in croato e rilasciato dall’ufficio stampa della Santa Sede agosto 2.

“Il potere del suo ‘Sì’ e del suo ‘Lascia che sia per me’ che lei ha detto davanti all’angelo, ci delizia in ogni momento. Il suo “Sì” significa partecipare e assumersi dei rischi, senza alcuna garanzia se non la consapevolezza di essere la portatrice della promessa. Il suo ‘Ecco l’ancella del Signore’ (Luca 1:38), l’esempio più bello che ci dice cosa succede quando un uomo, nella sua libertà, si arrende nelle mani di Dio ”.

“Lascia che questo esempio ti ispiri e sii la tua linea guida!”

Papa Francesco ha approvato i pellegrinaggi cattolici a Medjugorje nel maggio 2019, ma non ha preso una decisione sull’autenticità delle presunte apparizioni mariane riportate sul sito dal 1981.

Il suo messaggio ai giovani riuniti sul sito non menzionava le presunte apparizioni, che iniziarono il 24 giugno 1981, quando sei bambini a Medjugorje, una città che allora faceva parte della Jugoslavia comunista, iniziarono a sperimentare fenomeni che hanno affermato di essere apparizioni della Beata Vergine Maria.

Secondo i “veggenti”, le apparizioni contenevano un messaggio di pace per il mondo, una chiamata alla conversione, alla preghiera e al digiuno, nonché alcuni segreti che circondano gli eventi da soddisfare in futuro.

Le presunte apparizioni sul sito in Bosnia ed Erzegovina sono state fonte di controversie e conversioni, con molti che si riversano in città per pellegrinaggio e preghiera, e alcuni sostengono di aver sperimentato miracoli sul sito, mentre altri sostengono che le visioni non sono autentiche .

Nel gennaio 2014, una commissione vaticana ha concluso un’indagine di quasi quattro anni sugli aspetti dottrinali e disciplinari delle apparizioni di Medjugorje e ha presentato un documento alla Congregazione per la Dottrina della Fede.

Quando la congregazione avrà analizzato i risultati della commissione, metterà a punto un documento sul sito, che sarà presentato al papa, che prenderà una decisione finale.

Nel suo messaggio ai giovani al 31 ° Incontro Internazionale di Preghiera della Gioventù a Medjugorje, che si svolge dall’1 al 6 agosto, Papa Francesco ha affermato: “L’incontro annuale della gioventù a Medjugorje è il tempo pieno di preghiera, riflessioni e incontro fraterno , tempo che ti dà l’opportunità di incontrare Gesù Cristo vivente, in modo speciale nella celebrazione della Santa Eucaristia, nell’Adorazione del Santissimo Sacramento e nel Sacramento della Riconciliazione ”.

“Ti aiuta così a scoprire un modo di vivere diverso, diverso da quello offerto dalla cultura del temporaneo, secondo il quale nulla può essere permanente, la cultura che conosce solo il piacere del momento presente. In questa atmosfera di relativismo, in cui è difficile trovare risposte vere e sicure, il motto del Festival: “Vieni e vedrai” (Giovanni 1:39), le parole usate da Gesù per rivolgersi ai suoi discepoli, sono una benedizione. Anche Gesù ti sta guardando, invitandoti a venire e stare con Lui ”.

Papa Francesco ha visitato la Bosnia ed Erzegovina nel giugno 2015, ma ha rifiutato di fermarsi a Medjugorje. Sulla via del ritorno a Roma, ha indicato che il processo di indagine sulle apparizioni era quasi completo.

Nel volo di ritorno da una visita al santuario mariano di Fatima nel maggio 2017, il papa ha parlato del documento finale della commissione di Medjugorje, a volte indicato come “rapporto Ruini”, dopo il capo della commissione, il cardinale Camillo Ruini, definendolo “molto, molto buono” e notando una distinzione tra le prime apparizioni mariane a Medjugorje e le successive.

“Le prime apparizioni, che erano rivolte ai bambini, il rapporto dice più o meno che queste devono continuare a essere studiate”, ha detto, ma per quanto riguarda “presunte apparizioni attuali, il rapporto ha i suoi dubbi”, ha detto il papa.

I pellegrinaggi a Medjugorje sono diminuiti in numero a causa della crisi del coronavirus. Radio Free Europe ha riferito il 16 marzo che la pandemia aveva ridotto in modo significativo il numero di visitatori della città, soprattutto dall’Italia.

Il papa ha concluso il suo messaggio all’incontro dei giovani citando Christus vivit , la sua esortazione apostolica post-sinodale del 2019 ai giovani.

Ha detto: “Cara gioventù, ‘continua a correre attratto da quel volto di Cristo, che amiamo così tanto, che adoriamo nella Santa Eucaristia e riconosciamo nella carne dei nostri fratelli e sorelle sofferenti. Possa lo Spirito Santo incoraggiarti mentre corri questa razza. La Chiesa ha bisogno del tuo slancio, delle tue intuizioni, della tua fede ‘”.

“In questa corsa per il Vangelo, ispirato anche da questa Festa, ti affido all’intercessione della Beata Vergine Maria, invocando la luce e la potenza dello Spirito Santo affinché tu sia il vero testimone di Cristo. Pertanto, prego e ti benedico, chiedendoti di pregare anche per me ”.