Crea sito

Rifletti, oggi, su quello che è il più grande ostacolo alla tua relazione con Dio

“Se qualcuno viene da me senza odiare suo padre e sua madre, moglie e figli, fratelli e sorelle e persino la propria vita, non può essere mio discepolo”. Luca 14:26

No, questo non è un errore. Gesù l’ha detto davvero. È un’affermazione forte e la parola “odiare” in questa frase è abbastanza definitiva. Quindi cosa significa in realtà?

Come tutto ciò che Gesù ha detto, deve essere letto nel contesto dell’intero Vangelo. Ricorda, Gesù disse che il più grande e primo comandamento era di “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore …”. Disse anche: “Ama il tuo prossimo come te stesso”. Questo include sicuramente la famiglia. Tuttavia, nel passaggio sopra, sentiamo Gesù che ci dice che se qualcosa ostacola il nostro amore per Dio, dobbiamo eliminarlo dalla nostra vita. Dobbiamo “odiarlo”.

L’odio, in questo contesto, non è il peccato dell’odio. Non è una rabbia che sgorga dentro di noi che ci fa perdere il controllo e dire cose cattive. Piuttosto, l’odio in questo contesto significa che dobbiamo essere pronti e disposti a prendere le distanze da ciò che ostacola la nostra relazione con Dio. Se è denaro, prestigio, potere, carne, alcol, ecc., Allora dobbiamo eliminarlo dalla nostra vita. Sorprendentemente, alcuni scopriranno persino di dover prendere le distanze dalla propria famiglia per mantenere viva la loro relazione con Dio. Ma anche in questo caso, stiamo ancora amando la nostra famiglia. L’amore assume semplicemente forme diverse, a volte.

La famiglia è stata progettata per essere un luogo di pace, armonia e amore. Ma la triste realtà che molti hanno sperimentato nella vita è che a volte le nostre relazioni familiari interferiscono direttamente con il nostro amore per Dio e per gli altri. E se questo è il caso nelle nostre vite, dobbiamo sentire Gesù che ci dice di avvicinarci a quelle relazioni in un modo diverso per amore di Dio.

Forse a volte questa Scrittura potrebbe essere fraintesa e usata male. Non è una scusa per trattare i membri della famiglia, né chiunque altro, con dispetto, durezza, malizia o simili. Non è una scusa per lasciare che la passione della rabbia sgorghi dentro di noi. Ma è una chiamata di Dio ad agire con giustizia e verità ea rifiutare di permettere a qualsiasi cosa di separarci dall’amore di Dio.

Rifletti, oggi, su quello che è il più grande ostacolo alla tua relazione con Dio. Chi o cosa ti strappa dall’amare Dio con tutto il tuo cuore. Speriamo che non ci sia niente o nessuno che rientri in questa categoria. Ma se c’è, ascolta le parole di Gesù oggi che ti incoraggiano a essere forte e ti chiamano a metterlo al primo posto nella vita.

Signore, aiutami a vedere costantemente quelle cose nella mia vita che mi impediscono di amarti. Mentre riconosco ciò che mi scoraggia nella fede, dammi il coraggio di scegliere Te al di sopra di ogni cosa. Dammi la saggezza per sapere come scegliere Te al di sopra di ogni cosa. Gesù io credo in te.