Crea sito

Quali sono le tradizionali opinioni ebraiche sull’omosessualità?

I vari movimenti all’interno del giudaismo differiscono nella loro visione dell’omosessualità. Il giudaismo tradizionale considera gli atti omosessuali come una violazione della legge ebraica ( halakha ). I movimenti più progressisti dell’ebraismo credono che l’omosessualità oggi non sia stata compresa quando la Bibbia è stata scritta, quindi il divieto biblico di atti omosessuali deve essere adattato.

Divieto biblico
Secondo la Bibbia, gli atti omosessuali sono “to’evah”, un abominio.

In Levitico 18:22, è scritto: “E non devi convivere con un maschio come si coabita con una donna; è un abominio”.

E in Levitico 20:13, è scritto: “E se un uomo convive con un maschio come con una donna, entrambi hanno fatto una cosa abominevole; saranno messi a morte; il loro sangue ricadrà su di loro”.

Il divieto biblico di atti omosessuali sembra severo a prima vista, ma non tutti gli ebrei ortodossi interpretano questi passaggi in modo semplice.

Boteach
Il rabbino Shmuel Boteach, presidente dell’Università L’Chaim Society di Oxford e autore, usa una prospettiva più ampia nella sua interpretazione di questi passaggi. Boteach ha sviluppato un’interpretazione più umana del mandato di Do per gli atti eterosessuali e il divieto di atti omosessuali.

Secondo Boteach, gli atti omosessuali sono sbagliati semplicemente perché la Torah dice che sono sbagliati e non perché sono un’aberrazione o una malattia. La sessualità nel suo insieme è istintiva e sia l’eterosessualità che l’omosessualità sono naturali.Allora perché Do dice che l’amore eterosessuale è santo e l’amore omosessuale è un abominio? L’amore eterosessuale è il modo in cui la razza umana si propaga. Do ci chiede di regolare la nostra attività sessuale in modo da condurre una vita più felice e adempiere ai nostri impegni con le nostre comunità.

La Torah è contro gli atti omosessuali, non le persone omosessuali. Il giudaismo e Dio amano tutte le persone. Boteach ci ricorda che la Torah chiama anche mangiare cibo non kosher ‘to’evah’, un abominio. La parola “to’evah” nella Torah non descrive una repulsione sociale. Inoltre, la Torà condanna l’atto omosessuale, non l’amore omosessuale o l’impulso omosessuale. “Il giudaismo non proibisce o in alcun modo guarda in basso l’amore omosessuale. Agli occhi del giudaismo, l’amore tra due uomini o due donne può essere naturale quanto l’amore tra un uomo e una donna. Ciò che proibisce sono i rapporti omosessuali “.

Boteach raccomanda che l’approccio ebraico all’omosessualità si concentri sui benefici dell’eterosessualità, piuttosto che sulla repulsione dell’omosessualità. Pensa anche che gli ebrei con preferenze omosessuali dovrebbero fare uno sforzo concertato per riorientare le loro preferenze e condurre una vita secondo la legge ebraica (Halacha).


Il rabbino Menachem Schneerson ha accettato il fatto che alcuni uomini e donne hanno un’attrazione sessuale inerente allo stesso sesso. Tuttavia, questi uomini non sono “gay” e le donne non sono “lesbiche”. Piuttosto, si tratta di persone con una preferenza sessuale per lo stesso sesso. Inoltre, il Rebbe riteneva che questa preferenza fosse il risultato di un condizionamento sociale e non un risultato di una condizione fisica irreversibile.

Di conseguenza, il Rebbe credeva che quelli con preferenze omosessuali potevano e dovevano essere incoraggiati a provare le relazioni eterosessuali.

Il giudaismo tradizionale crede che anche qualcuno nato con preferenze omosessuali potrebbe essere in grado di trovare appagamento sessuale in un matrimonio eterosessuale. Ed è il matrimonio eterosessuale che avvantaggia maggiormente la comunità. Proprio come l’ebraismo incoraggia uno scapolo ebreo a sposarsi, incoraggia qualcuno con preferenze omosessuali a provare a riorientare la propria attrazione sessuale e ad entrare in una relazione eterosessuale. Ebraismo tradizionale sull’omosessualità I vari movimenti all’interno dell’ebraismo differiscono nella loro visione dell’omosessualità.Il giudaismo tradizionale considera gli atti omosessuali come una violazione della legge ebraica ( halakha ). I movimenti più progressisti dell’ebraismo credono che l’omosessualità oggi non sia stata compresa quando la Bibbia è stata scritta, quindi il divieto biblico di atti omosessuali deve essere adattato.

Divieto biblico
Secondo la Bibbia, gli atti omosessuali sono “to’evah”, un abominio.

In Levitico 18:22, è scritto: “E non devi convivere con un maschio come si coabita con una donna; è un abominio”.

E in Levitico 20:13, è scritto: “E se un uomo convive con un maschio come con una donna, entrambi hanno fatto una cosa abominevole; saranno messi a morte; il loro sangue ricadrà su di loro”.

Il divieto biblico di atti omosessuali sembra severo a prima vista, ma non tutti gli ebrei ortodossi interpretano questi passaggi in modo semplice.

Boteach
Il rabbino Shmuel Boteach, presidente dell’Università L’Chaim Society di Oxford e autore, usa una prospettiva più ampia nella sua interpretazione di questi passaggi. Boteach ha sviluppato un’interpretazione più umana del mandato di Do per gli atti eterosessuali e il divieto di un atto omosessuale.

Secondo Boteach, gli atti omosessuali sono sbagliati semplicemente perché la Torah dice che sono sbagliati e non perché sono un’aberrazione o una malattia. La sessualità nel suo insieme è istintiva e sia l’eterosessualità che l’omosessualità sono naturali.Allora perché Do dice che l’amore eterosessuale è santo e l’amore omosessuale è un abominio? L’amore eterosessuale è il modo in cui la razza umana si propaga. Do ci chiede di regolare la nostra attività sessuale in modo da condurre una vita più felice e adempiere ai nostri impegni con le nostre comunità.

La Torah è contro gli atti omosessuali, non le persone omosessuali. Il giudaismo e Dio amano tutte le persone. Boteach ci ricorda che la Torah chiama anche mangiare cibo non kosher ‘to’evah’, un abominio. La parola “to’evah” nella Torah non descrive una repulsione sociale. Inoltre, la Torà condanna l’atto omosessuale, non l’amore omosessuale o l’impulso omosessuale. “Il giudaismo non proibisce o in alcun modo guarda in basso l’amore omosessuale. Agli occhi del giudaismo, l’amore tra due uomini o due donne può essere naturale quanto l’amore tra un uomo e una donna. Ciò che proibisce sono i rapporti omosessuali “.

Boteach raccomanda che l’approccio ebraico all’omosessualità si concentri sui benefici dell’eterosessualità, piuttosto che sulla repulsione dell’omosessualità. Pensa anche che gli ebrei con preferenze omosessuali dovrebbero fare uno sforzo concertato per riorientare le loro preferenze e condurre una vita secondo la legge ebraica (Halacha).

Il rabbino Menachem Schneerson ha accettato il fatto che alcuni uomini e donne hanno un’attrazione sessuale inerente allo stesso sesso. Tuttavia, questi uomini non sono “gay” e le donne non sono “lesbiche”. Piuttosto, si tratta di persone con una preferenza sessuale per lo stesso sesso. Inoltre, il Rebbe riteneva che questa preferenza fosse il risultato di un condizionamento sociale e non un risultato di una condizione fisica irreversibile.

Di conseguenza, il Rebbe credeva che quelli con preferenze omosessuali potevano e dovevano essere incoraggiati a provare le relazioni eterosessuali.

Il giudaismo tradizionale crede che anche qualcuno nato con preferenze omosessuali potrebbe essere in grado di trovare appagamento sessuale in un matrimonio eterosessuale. Ed è il matrimonio eterosessuale che avvantaggia maggiormente la comunità. Proprio come l’ebraismo incoraggia uno scapolo ebreo a sposarsi, incoraggia qualcuno con preferenze omosessuali a provare a riorientare la propria attrazione sessuale e ad entrare in una relazione eterosessuale.

4 nov 2008 Filiali più liberali del giudaismo stanno permettendo l’ordinazione di rabbini gay e lesbici e stanno permettendo ai loro rabbini e congregazioni di svolgere o ospitare cerimonie di impegno per lo stesso sesso.

Ebraismo conservatore
I rabbini, le sinagoghe e le istituzioni conservatrici possono svolgere o ospitare cerimonie di impegno per lo stesso sesso e sono liberi di assumere apertamente rabbini e cantori gay.
I rabbini conservatori, le sinagoghe e altre istituzioni possono continuare a non consentire cerimonie di impegno e a non assumere apertamente rabbini e cantori gay o lesbici.
Riforma dell’ebraismo
Accordo e disaccordo
Ebraismo conservatore
I rabbini, le sinagoghe e le istituzioni conservatrici possono svolgere o ospitare cerimonie di impegno per lo stesso sesso e sono liberi di assumere apertamente rabbini e cantori gay.
I rabbini conservatori, le sinagoghe e altre istituzioni possono continuare a non consentire cerimonie di impegno e a non assumere apertamente rabbini e cantori gay o lesbici.
Riforma dell’ebraismo
Accordo e disaccordo
Il giudaismo riformato crede che l’omosessualità oggi non sia stata compresa quando la Bibbia è stata scritta. Pertanto, il divieto biblico di atti omosessuali può e deve essere adattato per adattarsi al mondo di oggi.