Crea sito

Qual è il significato di tabernacolo

Il tabernacolo nel deserto era un luogo di culto portatile che Dio comandò agli israeliti di costruire dopo averli salvati dalla schiavitù in Egitto. Fu usato da un anno dopo aver attraversato il Mar Rosso fino a quando il re Salomone costruì il primo tempio a Gerusalemme, un periodo di 400 anni.

Riferimenti al Tabernacolo nella Bibbia
Esodo 25-27, 35-40; Levitico 8:10, 17: 4; Numeri 1, 3-7, 9-10, 16: 9, 19:13, 31:30, 31:47; Giosuè 22; 1 Cronache 6:32, 6:48, 16:39, 21:29, 23:36; 2 Cronache 1: 5; Salmi 27: 5-6; 78:60; Atti 7: 44-45; Ebrei 8: 2, 8: 5, 9: 2, 9: 8, 9:11, 9:21, 13:10; Apocalisse 15: 5.

La tenda dell’incontro
Tabernacolo significa “luogo di incontro” o “tenda di incontro”, poiché era il luogo in cui Dio dimorava tra il suo popolo sulla terra. Altri nomi nella Bibbia per la tenda dell’incontro sono il tabernacolo della congregazione, il tabernacolo del deserto, il tabernacolo della testimonianza, la tenda della testimonianza, il tabernacolo di Mosè.

Mentre era sul Monte Sinai, Mosè ricevette da Dio istruzioni minuziosamente dettagliate su come dovevano essere costruiti il ​​tabernacolo e tutti i suoi elementi. Il popolo donò volentieri i vari materiali dai bottini ricevuti dagli egiziani.

Il composto del tabernacolo
L’intero complesso del tabernacolo di 75 piedi per 150 piedi era chiuso da una recinzione di cortine di lino attaccate ai pali e fissate al suolo con corde e paletti. Nella parte anteriore c’era un cancello largo 30 piedi della corte , fatto di filato viola e scarlatto intrecciato in lino attorcigliato.

Il cortile
Una volta all’interno del cortile, un adoratore avrebbe visto un altare di bronzo , o altare di olocausto, dove venivano presentate offerte di sacrifici di animali . Non lontano c’era una vasca o un bacino di bronzo , dove i sacerdoti eseguivano lavaggi cerimoniali di purificazione delle mani e dei piedi.

Verso la parte posteriore del complesso c’era la tenda del tabernacolo stessa, una struttura di 15 piedi per 45 fatta di uno scheletro di legno di acacia ricoperto d’oro, quindi ricoperta da strati di pelo di capra, pelli di montone tinte di rosso e pelli di capra. I traduttori non sono d’accordo sulla copertura superiore: pelli di tasso (KJV) , pelli di mucca di mare (NIV) , pelli di delfino o focena (AMP). L’ingresso alla tenda veniva effettuato attraverso uno schermo di filato blu, viola e scarlatto intessuto in pregiato lino attorcigliato. La porta era sempre rivolta a est.

Il luogo santo
Il fronte 15 da 30 piedi camera, o luogo sacro , conteneva un tavolo con pane di spettacolo , chiamato anche pane di pecora o pane della presenza. Di fronte c’era un candelabro o menorah , modellato su un mandorlo. Le sue sette braccia erano martellate da un solido pezzo d’oro. Alla fine di quella stanza c’era un altare di incenso .

La camera posteriore da 15 per 15 piedi era il luogo santissimo , o santo dei santi, dove solo il sommo sacerdote poteva recarsi, una volta all’anno nel giorno dell’espiazione . Separare le due camere era un velo fatto con filati blu, viola e scarlatti e lino fine. Su quella tenda erano ricamate immagini di cherubini o angeli . In quella camera sacra c’era solo un oggetto, l’ arca dell’alleanza .

L’arca era una scatola di legno ricoperta d’oro, con statue di due cherubini in cima uno di fronte all’altro, con le ali che si toccavano. Il coperchio, o sede della misericordia, era dove Dio incontrò il suo popolo. All’interno dell’arca c’erano le tavolette dei Dieci Comandamenti , una pentola di manna e il bastone di legno di mandorlo di Aaronne .

L’intero tabernacolo impiegò sette mesi per essere completato, e quando fu finito, la nuvola e il pilastro del fuoco – la presenza di Dio – discesero su di esso.

Un tabernacolo portatile
Quando gli israeliti si accamparono nel deserto, il tabernacolo era situato proprio al centro dell’accampamento, con le 12 tribù accampate attorno ad esso. Durante il suo utilizzo, il tabernacolo fu spostato più volte. Tutto poteva essere impacchettato in buoi quando il popolo se ne andava, ma l’arca dell’alleanza era portata a mano da Leviti.

Il viaggio del tabernacolo iniziò nel Sinai, poi rimase per 35 anni a Kadesh. Dopo che Giosuè e gli ebrei attraversarono il fiume Giordano nella Terra Promessa, il tabernacolo rimase a Gilgal per sette anni. La sua casa successiva fu Shiloh, dove rimase fino al tempo dei giudici. Successivamente è stato istituito a Nob e Gibeon. Il re David fece erigere il tabernacolo a Gerusalemme e fece portare l’arca da Perez-uzza e vi si adagiò.

Il significato del tabernacolo
Il tabernacolo e tutti i suoi componenti avevano significati simbolici . Nel complesso, il tabernacolo era una prefigurazione del perfetto tabernacolo, Gesù Cristo , che è Emmanuele, “Dio con noi”. La Bibbia indica costantemente il prossimo Messia, che adempì il piano amorevole di Dio per la salvezza del mondo:

Abbiamo un Sommo Sacerdote che si sedette al posto d’onore accanto al trono del maestoso Dio in cielo. Lì egli ministra nel celeste Tabernacolo, il vero luogo di culto che è stato costruito dal Signore e non da mani umane.
E poiché ogni sommo sacerdote è tenuto a offrire doni e sacrifici … Servono in un sistema di adorazione che è solo una copia, un’ombra di quello reale in cielo …
Ma ora Gesù, il nostro Sommo Sacerdote, ha ricevuto un ministero di gran lunga superiore al vecchio sacerdozio, poiché è lui che media per noi un’alleanza molto migliore con Dio, basata su migliori promesse. (Ebrei 8: 1-6, NLT )
Oggi Dio continua ad abitare in mezzo al suo popolo ma in un modo ancora più intimo. Dopo l’ ascensione di Gesù in cielo , mandò lo Spirito Santo a vivere dentro ogni cristiano.