Crea sito

Le stelle a otto punte: da dove vengono e cosa significano?

Gli ottagrammi – stelle a otto punte – si presentano in una varietà di culture diverse e gli utenti moderni del simbolo prendono in prestito liberamente da queste fonti.

babilonese
Nel simbolismo babilonese, la dea Ishtar è rappresentata da uno starburst a otto punte ed è associata al pianeta di Venere. Oggi, alcune persone identificano il greco Afrodite , che i romani equiparavano alla loro Venere, a Ishtar. Entrambe le dee rappresentano la lussuria e la sessualità, sebbene Ishtar rappresenti anche la fertilità e la guerra.

Giudaico-cristiana
Il numero otto rappresenta spesso inizi, risurrezione, salvezza e super-abbondanza. Ciò ha a che fare, in parte, con il fatto che il numero sette è un numero di completamento. L’ottavo giorno, ad esempio, è il primo giorno di una nuova settimana di sette giorni e un bambino ebreo entra nell’Alleanza di Dio l’ottavo giorno di vita attraverso la circoncisione.

egiziano
Gli antichi egizi del Regno Unito riconobbero un gruppo di otto divinità, quattro maschi e quattro femmine, con la femmina che portava forme femminili dei nomi maschili: Nu, Nanet, Amun, Amunet, Kuk, Kauket, Huh e Hauhet. Ogni coppia rappresenta una forza primordiale, acqua, aria, oscurità e infinito, e insieme creano il mondo e il dio sole Ra dalle acque primordiali. Insieme, questi otto sono conosciuti come Ogdoad e questo contesto è preso in prestito da altre culture che possono rappresentarlo con un ottagramma.

gnostici
Lo gnostico Valentinius del II secolo scrisse del suo concetto di Ogdoad, che di nuovo è costituito da quattro coppie maschio / femmina di ciò che consideravano principi primordiali. In primo luogo, Abyss and Silence ha prodotto la Mente e la Verità, che hanno poi prodotto Parola e Vita, che alla fine hanno prodotto Uomo e Chiesa. Oggi, vari inseguitori di esoterica hanno attinto a vari concetti dell’Ogdoad.

Stella di Lakshmi
In Induismo , Lakshmi, dea della ricchezza, ha otto emanazioni noti come Ashtalakshmi, che sono rappresentati da due piazze intrecciate formano un octagram. Queste emanazioni rappresentano otto forme di ricchezza: monetaria, capacità di trasporto, prosperità senza fine, vittoria, pazienza, salute e nutrimento, conoscenza e famiglia.

Quadrati sovrapposti
Gli ottagrammi formati da quadrati sovrapposti sottolineano spesso la dualità: yin e yang, maschio e femmina, spirituale e materiale. I quadrati sono spesso collegati al mondo fisico: quattro elementi, quattro direzioni cardinali, ecc. Insieme, possono significare aspetti positivi e negativi dei quattro elementi , ad esempio, e bilanciarli.

Esoterica giudeo-cristiana
I pensatori esoterici che lavorano con l’ebraico e i nomi di Dio potrebbero collocare le lettere ebraiche per YHWH e ADNI (Yahweh e Adonai) nei punti di un ottagramma.

Stella del caos
Una stella del caos è composta da otto punti che si irradiano da un punto centrale. Originato dalla finzione, in particolare dagli scritti di Michael Moorcock, ora è stato adottato in una varietà di contesti aggiuntivi, compresi quelli religiosi e magici . In particolare, è stato adottato da alcuni come simbolo della magia del caos .

buddismo
I buddisti usano una ruota a otto raggi per rappresentare l’Ottuplice Sentiero insegnato dal Buddha come mezzo per sfuggire alla sofferenza attraverso la rottura degli attaccamenti. Questi percorsi sono la giusta visione, la giusta intenzione, la giusta parola, la giusta azione, il giusto sostentamento, il giusto sforzo, la giusta consapevolezza e la giusta concentrazione.

La ruota dell’anno
La Ruota Wiccan dell’anno è comunemente rappresentata da un cerchio contenente otto raggi o una stella a otto punte. Ogni punto è una festa importante nota come Sabbat. I Wiccan sottolineano il sistema delle festività nel suo insieme: ogni festività è influenzata da ciò che è accaduto prima e si prepara per quella che si avvicina a quella successiva.