Crea sito

È un peccato perdere la messa a causa del maltempo?


Di tutti i precetti della Chiesa , quello che i cattolici hanno più probabilità di ricordare è il nostro dovere domenicale (o obbligo domenicale): l’obbligo di partecipare alla messa ogni domenica e il giorno santo dell’obbligo . Come tutti i precetti della Chiesa, il dovere di partecipare alla Messa è vincolante sotto pena di peccato mortale; come spiega il Catechismo della Chiesa Cattolica ( par. 2041 ), ciò non intende punire ma “garantire ai fedeli il minimo indispensabile nello spirito di preghiera e sforzo morale, nella crescita dell’amore per Dio e il prossimo. “

Tuttavia, ci sono circostanze in cui semplicemente non possiamo assistere alla Messa, ad esempio malattie debilitanti o viaggi che ci portano lontano da qualsiasi chiesa cattolica di domenica o di un giorno santo. Ma che dire, per esempio, durante una bufera di neve o un avvertimento di tornado o altre gravi condizioni? I cattolici devono andare a messa in caso di maltempo?

Obbligo della domenica
È importante prendere sul serio il nostro dovere domenicale. Il nostro obbligo domenicale non è una questione arbitraria; la Chiesa ci chiama a riunirci con i nostri fratelli cristiani di domenica perché la nostra fede non è una questione individuale. Stiamo elaborando insieme la nostra salvezza e uno degli elementi più importanti di ciò è il culto comune di Dio e la celebrazione del Sacramento della Santa Comunione .

Dovere verso noi stessi e la nostra famiglia
Allo stesso tempo, ognuno di noi ha il dovere di proteggere noi stessi e la nostra famiglia. Sei automaticamente dispensato dal tuo obbligo domenicale se non puoi legittimamente arrivare alla Messa. Ma decidi tu se puoi farlo alla Messa. Quindi, se a tuo giudizio, non puoi viaggiare in sicurezza avanti e indietro — e la tua valutazione della probabilità di poter tornare a casa in sicurezza è importante tanto quanto la tua valutazione della tua capacità di arrivare a Messa — allora non devi partecipare alla Messa .

Se le condizioni sono abbastanza sfavorevoli, alcune diocesi annunceranno effettivamente che il vescovo ha dispensato i fedeli dal loro incarico domenicale. Ancora più raramente, i sacerdoti possono annullare la Messa per cercare di dissuadere i loro parrocchiani dal viaggiare in condizioni insidiose. Ma se il vescovo non ha emesso una dispensa di massa e il vostro parroco sta ancora programmando di celebrare la messa, ciò non cambia la situazione: la decisione finale dipende da voi.

La virtù della prudenza
È così che dovrebbe essere perché sei il migliore in grado di giudicare le tue circostanze. Nelle stesse condizioni meteorologiche, la tua capacità di arrivare a Messa può essere molto diversa da quella del tuo vicino o di uno qualsiasi dei tuoi parrocchiani. Se, ad esempio, sei meno stabile in piedi e quindi hai maggiori probabilità di cadere sul ghiaccio, o hai limiti alla vista o all’udito che potrebbero rendere più difficile guidare in sicurezza in un temporale o una tempesta di neve, non è necessario —E non dovrebbe — metterti a rischio.

Prendere in considerazione le condizioni esterne e le proprie limitazioni è un esercizio della virtù cardinale della prudenza , che, come p. John A. Hardon, SJ, scrive nel suo moderno dizionario cattolico , è “Conoscenza corretta delle cose da fare o, più in generale, della conoscenza delle cose che dovrebbero essere fatte e delle cose che dovrebbero essere evitate”. Ad esempio, è del tutto possibile che un giovane sano e abile che vive a pochi isolati dalla sua chiesa parrocchiale possa facilmente arrivare a messa in una tempesta di neve (e quindi non è dispensato dal suo obbligo domenicale) mentre un la donna anziana che vive proprio accanto alla chiesa non può uscire di casa in sicurezza (e quindi è dispensata dal dovere di partecipare alla messa).

Se non puoi farcela
Se non riesci ad arrivare alla Messa, tuttavia, dovresti cercare di dedicare del tempo come famiglia a qualche attività spirituale — diciamo, leggendo l’epistola e il Vangelo del giorno, o recitando insieme il rosario . E se hai dei dubbi sul fatto che hai fatto la scelta giusta per rimanere a casa, menziona la tua decisione e le condizioni meteorologiche alla tua prossima confessione . Il tuo sacerdote non solo ti assolverà (se necessario), ma può anche offrirti consigli per il futuro per aiutarti a dare un giudizio prudenziale corretto.