Conversazione “Io sono il Dio della vita”

(Lettere piccola parla Dio. LETTERA GRANDE PARLA L’UOMO)

MIO DIO, IO ADESSO SONO QUI A PREGARTI PER CHIEDERE PERDONO DI UNA COLPA FATTA DURANTE LA MIA GIOVINEZZA. IO PURTROPPO QUANDO ERO RAGAZZA HO RIFIUTATO UN FIGLIO ED HO ABORTITO. ORA CHE SONO TORNATA ALLA FEDE VORREI QUEL FIGLIO E MI PENTO DI TUTTO QUELLO CHE HO FATTO.
Mia cara sono il tuo Dio, colui che chiama alla vita ogni uomo. Io conosco la tua colpa e so che grande è il tuo peccato. Ma tu non devi temere, quel figlio che tu hai rifiutato ora vive con me. Certo io lo avevo mandato su questa terra per una missione ben precisa, come faccio con ogni uomo e tu come madre hai deciso di non volerlo. Ma io che sono il Dio della vita faccio vivere ogni cosa da me creata e quel tuo figlio adesso vive nel mio regno per tutta l’eternità.

DIMMI PADRE BUONO QUALE ERA LA MISSIONE DI MIO FIGLIO IN QUESTO MONDO? IO LO VORREI TANTO ACCANTO A ME MA ADESSO NON POSSO. VORREI CRESCERLO, ABBRACCIARLO, STARE CON LUI, MA PURTROPPO E’ TARDI, IN PASSATO HO DECISO CONTRO DI LUI.
Tuo figlio in questo mondo aveva una missione importante. Molte donne quando devono dare alla luce un figlio lo rifiutano e credono che quella creatura per loro sia un fastidio mentre quella creatura che sta per nascere è un dono per l’umanità. Molte persone non sanno che quella creatura che sopprimono può essere un qualcosa di straordinario per l’intera umanità. La missione di tuo figlio era quello di medico. Lui doveva curare molti uomini che stavano in gravi malattie. Lui un giorno doveva curare te, ma tu tutto questo non lo hai pensato. Hai pensato solo alle tue paure, quello di dare alla luce un figlio, come crescerlo, chi si prendeva cura di lui, le spese che ci volevano per farlo grande. Ma non sai che io mi prendo cura di ogni uomo da me creato? Ero stesso io che ti aiutavo e facevo tutto per te e per tuo figlio. Se io in questo mondo gli avevo dato una missione mi muovevo a suo favore e facevo in modo che portasse a termine quello che gli avevo affidato, ma tu non hai collaborato con me.
MIO DIO SONO TANTO ADDOLORATA. COME POSSO RIMEDIARE? COSA POSSO FARE ADESSO? IO NON SAPEVO TANTE COSE, ERO GIOVANE E PURTROPPO HO COMMESSO UN GRAVE ERRORE.
Come puoi rimediare? Certo che puoi rimediare. Ci sono molti bambini in questo mondo che hanno bisogno di te. Molti vivono nelle case di ospitalità e sono stati abbandonati dalle loro famiglie. Pensa alla missione che doveva fare tuo figlio e fa in modo che possa farlo un bambino abbandonato, un bambino che non ha mezzi finanziari, un bambino che cerca affetto. Io vicino a te ho posto dei bambini bisognosi. Pensa alla missione che tuo figlio doveva fare e cerca di farla portare a termine da un altro bambino. Così puoi rimediare la tua colpa e puoi restituire all’intera umanità tutto il bene che tuo figlio poteva dare.
DIO MIO MA ADESSO MIO FIGLIO DOVE SI TROVA? IO SPESSO PREGO PER LUI, PER LA SUA ANIMA, MA MI ADDOLORA IL FATTO CHE NON LO FATTO NASCERE.
Tuo figlio è con me nel regno dei cieli. Lui adesso vive beato. Lui non ha nessuna colpa. Lui adesso prega per te e si muove a favore dell’intera umanità. Anche se non ha potuto compiere la missione sulla terra io gli ho dato una missione in cielo. Io sono il Dio della vita è chiama all’esistenza ogni cosa. Ora adesso lui protegge molti figli che sono abbandonati e tu per essere vicino a tuo figlio che non hai voluto fa anche tu lo stesso.
GRAZIE MIO DIO. IO HO CAPITO CHE TU SEI GRANDE. ANCHE SE IO HO RIFIUTATO MIO FIGLIO TU GLI HAI DATO COMUNQUE VITA. IO ADESSO FACCIO QUELLO CHE TU MI DICI E PROVVEDERO’ A TUTTI QUEI BAMBINI CHE SONO IN DIFFICOLTA’. GRAZIE MIO DIO, TI AMO, MI HAI CHIAMATO ALLA FEDE ED IO VERRO’ A TE.

PENSIERO
A volte ci sono molte donne che per vari motivi rifiutano un figlio. Quel bambino rifiutato un giorno doveva diventare un uomo che poteva dare tanto alla nostra umanità. Proprio come è capitato in questo dialogo. Ma Dio che è il signore della vita accoglie quei bambini nei cieli e cambia la loro missione rendendole creature a suo servizio. Se per caso hai rifiutato un figlio Dio ti perdona, ma tu pensi a cosa poteva fare tuo figlio e cerca di aiutare un bambino in difficoltà per restituire all’umanità quel grande dono che tu gli hai tolto.