Crea sito

Benessere: Cinque modi per ridurre zucchero e dolcificanti

Un cucchiaio di zucchero … o forse quattordici? L’esperta di dieta Judith Wills esamina come il consumo di zucchero sia aumentato e come i dolcificanti non siano la soluzione.

Il consumo di zucchero è aumentato nonostante le richieste di riduzione della nostra assunzione e una nuova ricerca rileva che i dolcificanti non sono migliori

Quando ho rinunciato a bere alcolici (vino) due anni fa a causa di una condizione di salute che ha esacerbato, ho scoperto di avere più di un debole per i denti di quanto avessi mai avuto in vita mia – un effetto collaterale sconcertante ma uno che stavo provando da affrontare da allora.

Perché? Bene, negli ultimi trent’anni molti studi in tutto il mondo hanno concluso che l’elevata assunzione di zucchero è strettamente legata all’obesità e al diabete – due dei maggiori problemi di salute del mondo occidentale – nonché all’aumento della pressione sanguigna e della carie.

Alla luce di ciò, oltre tre anni fa Public Health England ha prodotto una “sfida” per i produttori di generi alimentari, i rivenditori e le strutture di ristorazione pubblica per ridurre i livelli di zucchero in prodotti come cereali per la colazione, cioccolato, dolciumi, yogurt e gelati, dolci creme e salse, torte, biscotti, budini e focacce del 20%.

Purtroppo, questa sfida sembra avere più o meno fallito, con l’effettivo calo delle quantità di zucchero in questi prodotti complessivamente pari al 2,9% secondo l’aggiornamento di settembre da PHE – e ironicamente l’assunzione di zucchero nel Regno Unito da quando è stata ideata la sfida è effettivamente aumentata di 2,6% – con l’aumento del contenuto di zucchero di alcuni prodotti popolari.

Una recente ricerca del Wolfson Institute of Preventive Medicine del Regno Unito ha scoperto che dagli anni ’90, il contenuto di zucchero delle barrette di cioccolato più popolari è aumentato considerevolmente (ad esempio, la quantità in una barretta di frutta e noci di Cadbury è quasi raddoppiata!) E questo potrebbe essere perché il prezzo del cacao è aumentato vertiginosamente mentre lo zucchero è un ingrediente economico.

Al fine di rispettare gli impegni assunti per ridurre il contenuto di zucchero dei loro prodotti per porzione , molti produttori di cioccolato nel Regno Unito hanno semplicemente ridotto le dimensioni delle porzioni / barre con un numero maggiore di riduzioni per il prossimo anno (ma raramente i prezzi …).

Tutto ciò significa che la nostra assunzione media di zucchero ogni giorno, a ben quattordici cucchiaini da tè, è il doppio della quantità raccomandata di DoH.

Ma in un duro colpo per quelli di noi che cercano di ridurre i cristalli di demone, una nuova ricerca condotta dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, parte dell’Organizzazione mondiale della sanità, sempre a settembre, ha scoperto che passare al non-zucchero, gli edulcoranti ipocalorici invece potrebbero non essere una buona idea.

Hanno scoperto, dopo aver studiato quasi mezzo milione di adulti, che il consumo giornaliero di bibite zuccherate senza zucchero è collegato ad un aumentato rischio di morte precoce. Le persone che hanno bevuto più di 500 ml di bevande dietetiche al giorno hanno aumentato il rischio complessivo del 26% e di morire di malattie cardiovascolari di un incredibile 52%. Ironico, considerando che dopo che il governo ha annunciato una “tassa sullo zucchero” per i produttori di bevande analcoliche ricche di zucchero nel 2016, i produttori si sono rivolti ai dolcificanti artificiali come risposta.

Ma pochi dolcificanti sono adatti per l’uso in articoli come torte, pasticcini, biscotti, pane e così via in quanto non forniscono la massa e la consistenza necessarie.

Quindi – per te e me, qual è la risposta? Sono riuscito a riavere il mio mezzo sotto controllo, ma non è stato facile.

Cinque modi per ridurre zucchero e dolcificanti

Quindi, per quello che vale, ecco le mie strategie e i miei suggerimenti per contenere l’assunzione di zucchero e dolcificanti.

1. Gli zuccheri naturali – quelli presenti negli alimenti come parte della loro struttura cellulare, gli zuccheri “intrinseci” come quelli nei frutti – non sono classificati con gli zuccheri aggiunti “liberi” sopra e quindi se hai voglia di qualcosa di dolce, un frutto è sempre una delle migliori idee. Avrai anche una buona dose di inestimabili composti vegetali, vitamina C e fibre.

2. Bere acqua o tè o caffè senza zucchero, piuttosto che bevande analcoliche (che contengano zucchero o dolcificanti artificiali). Ci vuole solo un po ‘di tempo per apprezzare l’acqua al di sopra delle bevande zuccherate, soprattutto se è bella e fredda.

3. Se possibile, non comprare oggetti che sai che ti faranno arrabbiare. Biscotti, gelati, barrette di cioccolato, torte – se è nell’armadio e senti una piccola fitta di fame (o falsa fame quando la vedi lì!) Aprirai la confezione. Lo so.

4. Pensa alle “prelibatezze” alimentari diverse dallo zucchero che ami: uno dei miei preferiti è una deliziosa fetta di pane a lievitazione naturale, tostata e condita con burro di arachidi croccante (il tipo di zucchero senza aggiunta, ovviamente!). E adoro le patatine hummus – provaci!

5. Ricorda che non devi evitare del tutto gli zuccheri liberi: il limite per il Regno Unito è fissato al 5% dell’apporto calorico giornaliero, che è di circa 100 calorie o 25-28 g. Detto questo, il modo principale in cui ho “curato” il mio recente debole per i dolci è stato quello di evitare il più possibile gli zuccheri liberi e anche i dolcificanti artificiali. Se, ad esempio, ricevo una scatola di cioccolatini come regalo e, naturalmente, li mangio, il mio dente dolce ritorna per qualche tempo dopo.

Ci sono così tanti cibi meravigliosi da gustare che sono anche ottimi per noi e per i nostri fianchi e per i quali dovremmo sentirci grati. Sì, è difficile evitare gli zuccheri aggiunti quando i prodotti che li contengono vengono spinti in faccia, più o meno ogni volta che andiamo vicino ai negozi. Ma si può fare. Se i produttori non guideranno, facciamolo.