Crea sito

Benessere: 14 ore di digiuno al giorno per prevenire le malattie

Digiuno

Con celebrità come Jennifer Aniston, Molly Sims e persino Hugh Jackman che reclamano i benefici, il digiuno intermittente è diventato il sano stile di mangiare. Certamente, il consumo limitato nel tempo può sembrare solo un’altra tendenza, ma l’IF ha molti benefici sostenuti dalla scienza dietro di esso, tra cui la riduzione del diabete di tipo 2 e l’ aumento della salute del cervello .

Un nuovo studio ha fatto un ulteriore passo avanti e ha scoperto che mangiare durante una finestra specifica potrebbe avere benefici radicali nelle persone con sindrome metabolica . Quale finestra, chiedi? Gli scienziati hanno scoperto che 10 ore di pasti a tempo limitato e 14 ore di digiuno fanno il trucco.

La sindrome metabolica è un gruppo di condizioni che possono affliggere una persona, costituito da sintomi come pressione sanguigna elevata, glicemia alta e obesità. I pazienti con questa sindrome sono ad aumentato rischio di diabete di tipo 2 e malattie cardiache, insieme a una maggiore suscettibilità all’attacco di cuore e all’ictus.

Lo studio pilota, implementato dal Salk Institute , ha seguito un gruppo di pazienti a cui era stata diagnosticata la sindrome metabolica. Hanno scelto di mangiare a tempo limitato come metodo sperimentale grazie al suo sostegno al ritmo circadiano dell’individuo, sperando che concentrarsi sul tempo contrapposto al conteggio delle calorie sarebbe più facile da seguire per le persone.

Ai pazienti è stato chiesto di mangiare entro una finestra di 10 ore ogni giorno e di utilizzare le restanti 14 ore per riposare e ripristinare il corpo. Tutti i partecipanti hanno registrato la loro alimentazione su un’app creata dal laboratorio nel corso di tre mesi. Al termine dello studio, i partecipanti hanno riportato un sonno migliore e i risultati hanno indicato una riduzione del peso corporeo, dell’IMC e del grasso addominale. Inoltre, tutti i livelli di zucchero nel sangue, la pressione sanguigna e il colesterolo sono diminuiti.

Non solo questo metodo ha il potenziale per cambiare la vita delle persone che soffrono di sindrome metabolica, ma potrebbe anche risparmiare denaro. “L’adattamento di questo consumo limitato di 10 ore è un metodo semplice ed economico per ridurre i sintomi della sindrome metabolica e migliorare la salute”, afferma Satchin Panda, Ph.D. , coautore dello studio. “Ritardando l’insorgenza del diabete anche di un anno su un milione di persone con prediabete, l’intervento potrebbe far risparmiare circa 9,6 miliardi di dollari in costi sanitari”.

Poiché lo studio era piuttosto piccolo (solo 19 partecipanti), i ricercatori sono in procinto di condurre uno studio che è più su larga scala, con l’intento di offrire un nuovo piano di trattamento per i pazienti con sindrome metabolica che ruotano attorno al consumo limitato nel tempo.

Questa nuova forma di perdita di peso salutare è particolarmente promettente a causa della volontà dei pazienti di provarla. Alcuni tipi di dieta possono essere malsani e difficili, il che significa che le persone tendono a rinunciare rapidamente. Questa moderata tecnica di digiuno intermittente è un modo semplice e salutare per praticare il benessere e prendersi cura del proprio corpo. Non vediamo l’ora che questa tendenza continui!