Crea sito

beato Giovanni Duns Scoto, Santo del giorno per l’8 novembre

Santo del giorno per l’8 novembre
(circa 1266 – 8 novembre 1308)

La storia del beato Giovanni Duns Scoto

Un uomo umile, John Duns Scoto è stato uno dei francescani più influenti nel corso dei secoli. Nato a Duns nella contea di Berwick, in Scozia, John discendeva da una ricca famiglia di agricoltori. Negli anni successivi, fu identificato come John Duns Scoto per indicare la sua terra natale; Scotia è il nome latino della Scozia.

John ha ricevuto l’abito dei Frati Minori a Dumfries, dove suo zio Elias Duns era superiore. Dopo il noviziato, John studiò a Oxford e Parigi e fu ordinato sacerdote nel 1291. Seguirono altri studi a Parigi fino al 1297, quando tornò a tenere conferenze a Oxford e Cambridge. Quattro anni dopo, è tornato a Parigi per insegnare e completare i requisiti per il dottorato.

In un’epoca in cui molte persone adottarono interi sistemi di pensiero senza qualificazioni, Giovanni sottolineò la ricchezza della tradizione agostiniano-francescana, apprezzò la saggezza di Tommaso d’Aquino, Aristotele e i filosofi musulmani – e riuscì comunque a essere un pensatore indipendente. Quella qualità fu dimostrata nel 1303, quando il re Filippo il Bello cercò di arruolare l’Università di Parigi dalla sua parte in una disputa con papa Bonifacio VIII. John Duns Scoto dissentì e gli furono concessi tre giorni per lasciare la Francia.

Al tempo di Scoto, alcuni filosofi sostenevano che le persone sono fondamentalmente determinate da forze esterne a se stesse. Il libero arbitrio è un’illusione, hanno sostenuto. Un uomo sempre pratico, Scoto ha detto che se avesse iniziato a picchiare qualcuno che negava il libero arbitrio, la persona gli avrebbe immediatamente detto di smetterla. Ma se Scoto non avesse davvero un libero arbitrio, come avrebbe potuto fermarsi? John aveva un talento per trovare illustrazioni che i suoi studenti potessero ricordare!

Dopo un breve soggiorno a Oxford, Scoto tornò a Parigi, dove ricevette il dottorato nel 1305. Continuò a insegnare lì e nel 1307 difese così abilmente l’Immacolata Concezione di Maria che l’università adottò ufficialmente la sua posizione. Nello stesso anno il ministro generale lo assegnò alla scuola francescana di Colonia dove Giovanni morì nel 1308. È sepolto nella chiesa francescana vicino alla famosa cattedrale di Colonia.

Basandosi sull’opera di Giovanni Duns Scoto, Papa Pio IX definì solennemente l’Immacolata Concezione di Maria nel 1854. John Duns Scoto, il “Dottore sottile”, fu beatificato nel 1993.

Riflessione

Padre Charles Balic, OFM, la principale autorità del XX secolo su Scoto, ha scritto: “L’intera teologia di Scoto è dominata dalla nozione di amore. La nota caratteristica di questo amore è la sua assoluta libertà. Man mano che l’amore diventa più perfetto e intenso, la libertà diventa più nobile e integrale sia in Dio che nell’uomo