Crea sito

12 cose da fare quando sei criticato

Saremo tutti criticati prima o poi. A volte giustamente, a volte ingiustamente. A volte le critiche degli altri nei nostri confronti sono aspre e immeritate. A volte potremmo averne bisogno. Come rispondiamo alle critiche? Non ho sempre fatto bene e sto ancora imparando, ma qui ci sono alcune cose a cui cerco di pensare quando gli altri mi criticano.

Sii veloce ad ascoltare. ( Giacomo 1:19 )

Questo può essere difficile da fare perché le nostre emozioni sorgono e le nostre menti iniziano a pensare a modi per confutare l’altra persona. Essere pronti a sentire significa che cerchiamo davvero di ascoltare e considerare ciò che sta dicendo l’altra persona. Non lo cancelliamo solo. Anche se sembra ingiusto o immeritato.

Sii lento a parlare ( Giacomo 1:19 ).

Non interrompere o rispondere troppo velocemente. Lasciali finire. Se parli troppo velocemente potresti parlare avventatamente o con rabbia.

Sii lento ad arrabbiarti.

Perché? Perché Giacomo 1: 19-20 dice che l’ira dell’uomo non produce la giustizia di Dio. La rabbia non farà fare a qualcuno la cosa giusta. Ricorda, Dio è lento all’ira, paziente e longanime con coloro che lo offendono. Quanto dovremmo essere di più.

Non inveire indietro.

“Quando (Gesù) fu insultato, non insultò in cambio; quando ha sofferto, non ha minacciato, ma ha continuato ad affidarsi a colui che giudica giustamente ”( 1 Pietro 2:23 ). Parlare di essere stato accusato ingiustamente: Gesù lo era, eppure continuava a confidare nel Signore e non insultava in cambio.

Dai una risposta gentile.

“Una risposta dolce allontana l’ira” ( Proverbi 15: 1 ). Sii gentile anche con coloro che ti offendono, proprio come Dio è gentile con noi quando lo offendiamo.

Non difenderti troppo velocemente.

La difesa può sorgere dall’orgoglio e dall’essere irraggiungibile.

Considera cosa potrebbe essere vero nella critica, anche se è data in modo scadente.

Anche se è dato con l’intento di ferire o deridere, potrebbe comunque esserci qualcosa che vale la pena considerare. Dio potrebbe parlarti tramite questa persona.

Ricorda la Croce.

Qualcuno ha detto che la gente non dirà nulla di noi che la Croce non ha detto e di più, cioè, siamo peccatori che meritiamo la punizione eterna. Quindi, in realtà, qualsiasi cosa qualcuno dica di noi è meno di ciò che la Croce ha detto di noi. Rivolgiti a Dio che ti accetta in Cristo incondizionatamente nonostante i tuoi molti peccati e fallimenti. Possiamo scoraggiarci quando vediamo aree di peccato o fallimento, ma Gesù ha pagato per quelli sulla croce e Dio è contento di noi grazie a Cristo.

Considera il fatto che hai punti ciechi

Non possiamo sempre vedere noi stessi con precisione. Forse questa persona sta vedendo qualcosa di te stesso che non puoi vedere.

Pregate per le critiche

Chiedi a Dio la saggezza: “Ti istruirò e ti insegnerò la via per la quale dovresti andare; Ti consiglierò con il mio occhio su di te ”( Salmi 32: 8 ).

Chiedi agli altri la loro opinione

Il tuo critico potrebbe avere ragione o essere completamente fuori dagli schemi. Se questa è un’area di peccato o debolezza nella tua vita, anche gli altri lo avranno visto.

Considera la fonte.

Non farlo troppo velocemente, ma considera le possibili motivazioni dell’altra persona, il suo livello di competenza o saggezza, ecc. Potrebbe criticarti per farti del male o potrebbe non sapere di cosa sta parlando.