10 idee sbagliate comuni sulla vita cristiana

I nuovi cristiani abbastanza spesso hanno idee sbagliate su Dio, sulla vita cristiana e su altri credenti. Questo sguardo alle idee sbagliate comuni del cristianesimo è progettato per dissipare alcuni dei miti che in genere impediscono ai nuovi cristiani di crescere e maturare nella fede.

Una volta diventato cristiano, Dio risolverà tutti i tuoi problemi
Molti nuovi cristiani sono scioccati quando arriva il primo processo o una grave crisi. Ecco un controllo della realtà – preparati – la vita cristiana non è sempre facile! Dovrai ancora affrontare alti e bassi, sfide e gioie. Avrai problemi e difficoltà da superare. Questo versetto offre incoraggiamento ai cristiani che affrontano situazioni difficili:

Cari amici, non stupitevi del doloroso processo che state subendo, come se qualcosa di strano vi stesse accadendo. Rallegrati del fatto che partecipi alle sofferenze di Cristo, così che tu possa essere felice quando la sua gloria viene rivelata. (NIV) 1 Pietro 4: 12-13

Diventare cristiani significa rinunciare a tutto il divertimento e seguire una vita di regole
Un’esistenza senza gioia del semplice seguire le regole non è il vero cristianesimo e l’abbondante vita che Dio intende per te. Piuttosto, questo descrive un’esperienza di legalismo creata dall’uomo. Dio ha pianificato avventure meravigliose per te. Questi versetti forniscono una descrizione di ciò che significa sperimentare la vita di Dio:

Quindi non sarai condannato per aver fatto qualcosa che sai che va bene. Perché il Regno di Dio non è una questione di ciò che mangiamo o beviamo, ma di vivere una vita di bontà, pace e gioia nello Spirito Santo. Se servi Cristo con questo atteggiamento, piacerai a Dio. E anche altre persone ti approveranno. (NLT) Romani 14: 16-18
Tuttavia, come è scritto:

“Nessun occhio ha visto, nessun orecchio ha sentito, nessuna mente ha concepito ciò che Dio ha preparato per coloro che lo amano” – (NIV) 1 Corinzi 2: 9
Tutti i cristiani sono persone amorevoli e perfette
Bene, non ci vuole molto a scoprire che questo non è vero. Ma essere preparati ad affrontare le imperfezioni e i fallimenti della tua nuova famiglia in Cristo può risparmiarti dolore e disillusione futuri. Sebbene i cristiani si sforzano di essere come Cristo, non otterremo mai la santificazione completa fino a quando non saremo davanti al Signore. In effetti, Dio usa le nostre imperfezioni per “farci crescere” nella fede. Altrimenti, non ci sarebbe bisogno di perdonarsi l’un l’altro .

Mentre impariamo a vivere in armonia con la nostra nuova famiglia, ci strofiniamo come carta vetrata. A volte è doloroso, ma il risultato provoca un livellamento e un ammorbidimento spirituale ai nostri bordi irregolari.

Abbi pazienza e perdona qualsiasi rimostranza tu possa avere l’una contro l’altra. Perdona come il Signore ti ha perdonato. (NIV) Colossesi 3:13
Non che io abbia già ottenuto tutto questo o che sia già stato reso perfetto, ma insisto per afferrare ciò per cui Cristo Gesù mi ha preso. Fratelli, non mi considero ancora di averlo preso. Ma una cosa che faccio: dimenticare ciò che c’è dietro e sforzarmi per ciò che è avanti … (NIV) Filippesi 3: 12-13
Le cose brutte non accadono ai cristiani veramente devoti
Questo punto si accompagna al punto numero uno, tuttavia la messa a fuoco è leggermente diversa. Spesso i cristiani iniziano a credere erroneamente che se vivono una vita cristiana devota, Dio li proteggerà dal dolore e dalla sofferenza. Paolo, un eroe della fede, soffrì molto:

Cinque volte ho ricevuto dagli ebrei quaranta ciglia meno una. Tre volte sono stato picchiato con le canne, una volta sono stato lapidato, tre volte sono stato naufragato, ho trascorso una notte e un giorno in mare aperto, sono stato costantemente in movimento. Sono stato in pericolo dai fiumi, in pericolo dai banditi, in pericolo dai miei stessi connazionali, in pericolo dai Gentili; in pericolo in città, in pericolo in campagna, in pericolo in mare; e in pericolo da falsi fratelli. (NIV) 2 Corinzi 11: 24-26
Alcuni gruppi di fede credono che la Bibbia prometta salute, ricchezza e prosperità per tutti coloro che vivono una vita divina. Ma questo insegnamento è falso. Gesù non lo ha mai insegnato ai suoi seguaci. Puoi provare queste benedizioni nella tua vita, ma non sono una ricompensa per la vita divina. A volte sperimentiamo tragedia, dolore e perdita nella vita. Questo non è sempre il risultato del peccato, come alcuni affermerebbero, ma piuttosto, per uno scopo più grande che potremmo non capire immediatamente. Forse non capiremo mai, ma possiamo fidarci di Dio in questi tempi difficili e sapere che ha uno scopo.

Rick Warren dice nel suo famoso libro The Purpose Driven Life : “Gesù non è morto sulla croce solo per poter vivere una vita comoda e ben adattata. Il suo scopo è molto più profondo: vuole farci come se stessi prima di prenderci in paradiso.”

Quindi sii veramente felice! C’è una gioia meravigliosa, anche se è necessario che tu subisca molte prove per un po ‘. Queste prove servono solo a mettere alla prova la tua fede, a dimostrare che è forte e puro. Viene messo alla prova come prova del fuoco e purifica l’oro – e la tua fede è molto più preziosa per Dio del semplice oro. Quindi se la tua fede rimane forte dopo essere stata provata da prove ardenti, ti porterà molte lodi, gloria e onore nel giorno in cui Gesù Cristo verrà rivelato a tutto il mondo. (NLT) 1 Pietro 1: 6-7
I ministri e i missionari cristiani sono più spirituali di altri credenti
Questo è un malinteso sottile ma persistente che portiamo nella nostra mente come credenti. A causa di questa falsa nozione, finiamo per mettere ministri e missionari su “piedistalli spirituali” accompagnati da aspettative non realistiche. Quando uno di questi eroi cade dal nostro trespolo autocostruito, tende anche a farci cadere – lontano da Dio. Non lasciare che questo accada nella tua vita. Potrebbe essere necessario proteggersi continuamente da questo sottile inganno.

Paolo, il padre spirituale di Timoteo , gli ha insegnato questa verità: siamo tutti peccatori su un piano di parità con Dio e gli altri:

Questo è un vero detto, e tutti dovrebbero crederci: Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori – ed io ero il peggiore di tutti. Ma è per questo che Dio ha avuto misericordia di me in modo che Cristo Gesù potesse usarmi come primo esempio della sua grande pazienza anche con i peggiori peccatori. Quindi altri realizzeranno che anche loro possono credere in lui e ricevere la vita eterna. (NLT) 1 Timoteo 1: 15-16
Le chiese cristiane sono sempre luoghi sicuri, dove puoi fidarti di tutti
Anche se questo dovrebbe essere vero, non lo è. Sfortunatamente, viviamo in un mondo caduto dove risiede il male. Non tutti coloro che entrano nella chiesa hanno intenzioni onorevoli, e persino alcuni che vengono con buone intenzioni possono ricadere in vecchi schemi di peccato. Uno dei luoghi più pericolosi nelle chiese cristiane, se non adeguatamente custodito, è il ministero dei bambini. Le chiese che non implementano controlli in background, aule guidate dal team e altre misure di sicurezza, si lasciano aperte a molte minacce pericolose.

Sii sobrio, sii vigile; perché il tuo avversario il diavolo cammina come un leone ruggente, cercando chi può divorare. (NKJV) 1 Pietro 5: 8
Ecco, io ti mando come pecora in mezzo ai lupi: sii dunque saggio come serpente e innocuo come colomba. (KJV) Matteo 10:16
I cristiani non dovrebbero mai dire nulla che possa offendere qualcuno o ferire i sentimenti di qualcun altro
Molti nuovi credenti hanno una comprensione sbagliata della mansuetudine e dell’umiltà. L’idea della mitezza divina implica avere forza e coraggio, ma il tipo di forza che è sottoposta al controllo di Dio. La vera umiltà riconosce la completa dipendenza da Dio e sa che non abbiamo alcuna bontà in noi stessi se non quello che si trova in Cristo. A volte il nostro amore per Dio e i nostri fratelli cristiani e l’ obbedienza alla Parola di Dio ci obbligano a pronunciare parole che possono ferire i sentimenti di qualcuno o offenderli. Alcune persone chiamano questo “amore duro”.

Quindi non saremo più bambini, lanciati avanti e indietro dalle onde e soffiati qua e là da ogni vento di insegnamento e dall’astuzia e dall’astuzia degli uomini nei loro schemi ingannevoli. Invece, dicendo la verità nell’amore, in tutte le cose cresceremo in colui che è il Capo, cioè Cristo. (NIV) Efesini 4: 14-15
Le ferite di un amico possono essere attendibili, ma un nemico moltiplica i baci. (NIV) Proverbi 27: 6
Come cristiano, non dovresti associarti ai non credenti
Sono sempre rattristato quando sento i cosiddetti credenti “esperti” insegnare questa falsa nozione ai nuovi cristiani. Sì, è vero che potresti dover interrompere alcune delle relazioni malsane che hai avuto con le persone della tua vita passata di peccato. Almeno per un po ‘, potresti aver bisogno di farlo fino a quando non sei abbastanza forte da resistere alle tentazioni del tuo vecchio stile di vita. Tuttavia, Gesù, il nostro esempio, ha reso la sua missione (e la nostra) associarsi ai peccatori. Come attireremo coloro che hanno bisogno di un Salvatore, se non costruiamo relazioni con loro?

Quando sono con coloro che sono oppressi, condivido la loro oppressione in modo da poterli portare a Cristo. Sì, cerco di trovare un terreno comune con tutti in modo da poterli portare a Cristo. Faccio tutto questo per diffondere la Buona Novella, e così facendo mi godo le sue benedizioni. (NLT) 1 Corinzi 9: 22-23
I cristiani non dovrebbero godere di alcun piacere terreno
Credo che Dio abbia creato tutte le cose buone, sane, divertenti e divertenti che abbiamo su questa terra come una benedizione per noi. La chiave non sta trattenendo troppo strettamente queste cose terrene. Dobbiamo afferrare e godere delle nostre benedizioni con i palmi delle mani aperti e inclinati verso l’alto.

E (Giobbe) disse: “Nudo, venivo dal grembo di mia madre, e nudo partirò. Il Signore ha dato e il Signore ha tolto; che il nome del Signore sia lodato”. (NIV) Giobbe 1:21
I cristiani si sentono sempre vicini a Dio
Come nuovo cristiano, potresti sentirti molto vicino a Dio. I tuoi occhi sono appena stati aperti a una nuova ed eccitante vita con Dio. Tuttavia, dovresti essere preparato per le stagioni secche nel tuo cammino con Dio. Sono destinati a venire. Un cammino di fede che dura tutta la vita richiede fiducia e impegno anche quando non ti senti vicino a Dio. In questi versetti, David esprime sacrifici di lode a Dio nel mezzo dei tempi spirituali della siccità:

[Un salmo di David. Quando era nel deserto di Giuda.] O Dio, tu sei il mio Dio, sinceramente ti cerco; la mia anima ha sete di te, il mio corpo brama di te, in una terra asciutta e stanca dove non c’è acqua. (NIV) Salmo 63: 1
Come i cervi ansimano per corsi d’acqua,
così la mia anima ansima per te, o Dio.
La mia anima ha sete di Dio, del Dio vivente.
Quando posso andare a incontrare Dio?
Le mie lacrime sono state il mio cibo
giorno e notte,
mentre gli uomini mi dicono tutto il giorno:
“Dov’è il tuo Dio?” (NIV) Salmo 42: 1-3