Gesù promette “darò ogni cosa che mi viene chiesta con fede durante questa preghiera”

Questa preghiera dopo il Santo Rosario è considerata la devozione più importante.
A questa preghiera sono legate promesse importanti fatte direttamente a Gesù a un’anima privilegiata.

Promesse fatte da Gesù a un religioso degli Scolopi
per tutti quelli che praticano assiduamente la Via Crucis:
1. Darò ogni cosa che Mi viene richiesta con fede, durante la Via Crucis
2. Prometto la vita eterna a tutti coloro che pregano, di tanto in tanto, la Via Crucis con pietà.
3. Li seguirò ovunque in vita e li aiuterò specialmente nell’ora della loro morte.
4. Anche se essi hanno più peccati dei granelli di sabbia del mare, tutti saranno salvati dalla pratica della Via Crucis.
5. Quelli che pregano la Via Crucis frequentemente, avranno speciale gloria in cielo.

6. Li libererò dal purgatorio al primo martedì o sabato dopo la loro morte.

7. Lì benedirò ad ogni Via Crucis e la Mia benedizione li seguirà ovunque sulla terra, e dopo la loro morte, anche in cielo per l’eternità.
8.Nell’ora della morte non permetterò al demonio di tentarli, lascerò ad essi ogni facoltà, affinché essi possano riposare tranquillamente nelle Mie braccia.
9. Se essi pregano la Via Crucis con vero amore, trasformerò ognuno di essi in ciborio vivente nel quale Io Mi compiacerò di far sgorgare la Mia grazia.
10. Fisserò il Mio sguardo su quelli che pregheranno spesso la Via Crucis, le Mie mani saranno sempre aperte per proteggerli.
11. Dato che io sono crocifisso alla croce sarò sempre con coloro che Mi onoreranno, pregando la Via Crucis frequentemente.
12. Essi non potranno mai più separarsi da Me, poiché Io darò loro la grazia di non commettere mai più peccati mortali.
13. Nell’ora della morte Io li consolerò con la mia Presenza e Noi andremo assieme al Cielo. La morte sarà dolce per tutti coloro che mi hanno onorato, durante la loro vita, pregando la via Crucis.
14. Il mio spirito sarà un drappo protettivo per essi ed Io li soccorrerò sempre ogni qualvolta ricorreranno ad esso.

PRIMA STAZIONE: Gesù è condannato a morte.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Pilato, riuniti i sommi sacerdoti, le autorità e il popolo, disse: “Mi avete portato quest’uomo come sobillatore del popolo; ecco, l’ho esaminato davanti a voi, ma non ho trovato in lui nessuna colpa di quelle di cui l’accusate; e neanche Erode, infatti ce lo ha rimandato. Ecco, egli non ha fatto nulla che meriti la morte. Perciò dopo averlo severamente castigato, lo rilascerò”. Ma essi si misero a gridare tutti insieme: “A morte costui! Dacci libero Barabba!” Questi era stato messo in carcere per una sommossa scoppiata in città e per omicidio. Pilato parlò loro di nuovo, volendo rilasciare Gesù. Ma essi urlavano:“Crocifiggilo, crocifiggilo!” Ed egli, per la terza volta, disse loro: “Ma che male ha fatto costui? Non ho trovato nulla in lui che merita la morte. Lo castigherò severamente e poi lo rilascerò”. Essi però insistevano a gran voce, chiedendo che venisse crocifisso; e le loro grida crescevano. Pilato allora decise che la loro richiesta fosse eseguita. Rilasciò colui che era stato messo in carcere per sommossa e omicidio e che essi richiedevano, e abbandonò Gesù alla loro volontà. (Lc 23, 13-25).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

SECONDA STAZIONE: Gesù prende la croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Gesù dice: “Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per me, la salverà”. (Lc 9, 23-24).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

TERZA STAZIONE: Gesù cade la prima volta.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
“Voi tutti che passate per la via, considerate e osservate se c’è un dolore simile al mio dolore, al dolore che ora mi tormenta”. (Lamentazioni1.12)
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

QUARTA STAZIONE: Gesù incontra sua madre.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: “Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l’anima. (Lc 2.34-35).
… Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. (Lc 2,34-35 1,38).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

QUINTA STAZIONE: il Cireneo aiuta Gesù.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Mentre lo conducevano via, presero un certo Simone di Cirene, che veniva dalla campagna e gli misero addosso la croce da portare dietro a Gesù. (Lc 23,26).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

SESTA STAZIONE: la Veronica asciuga il volto di Gesù.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi, non splendore per provare in lui diletto. Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori che ben conosce il patire, come uno davanti al quale ci si copre la faccia, era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima. (Is 53,2 2-3).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

SETTIMA STAZIONE: Gesù cade la seconda volta.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Noi tutti eravamo sperduti come un gregge, ognuno di noi seguiva la sua strada; il Signore fece ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti. Maltrattato, si lasciò umiliare e non aprì la sua bocca; era come agnello condotto al macello, come pecora muta di fronte ai suoi tosatori, e non aprì la sua bocca. (Is 53, 6-7).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

OTTAVA STAZIONE: Gesù incontra alcune donne piangenti.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Lo seguiva una gran folla di popolo e di donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. Ma Gesù, voltandosi verso le donne, disse: “Figlie di Gerusalemme non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli. Ecco, verranno giorni nei quali si dirà: Beate le sterili e i grembi che non hanno generato e le mammelle che non hanno allattato. Allora cominceranno a dire ai monti: Cadete su di noi! e ai colli: Copriteli! Perché se trattano così il legno verde, che avverrà del legno secco? (Lc 23, 27-31).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

NONA STAZIONE: Gesù cade la terza volta.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
Noi che siamo i forti abbiamo il dovere di sopportare l’infermità dei deboli, senza compiacere noi stessi. Ciascuno di noi cerchi di compiacere il prossimo nel bene, per edificarlo. Cristo infatti non cercò di piacere a se stesso, ma come sta scritto: “gli insulti di coloro che ti insultano, sono caduti sopra di me”. (Rm 15, 1-3).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

DECIMA STAZIONE: Gesù viene spogliato.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
I soldati poi, quando ebbero crocifisso Gesù, presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ciascun soldato, e la tunica. Ora quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d’un pezzo da cima a fondo. Perciò dissero tra loro: Non stracciamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca. Così si adempiva la Scrittura: “ Si son divise tra loro le mie vesti e sulla mia tunica han gettato la sorte”. E i soldati fecero proprio così. (Gv 19, 23-24).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

UNDICESIMA STAZIONE: Gesù è inchiodato alla croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
“Giunti sul luogo detto Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra e l’altro a sinistra. Gesù diceva: Padre perdonali perché non sanno quello che fanno”. (Lc 23, 33-34).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

DODICESIMA STAZIONE: Gesù muore dopo tre ore di agonia.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
“Venuto mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra, fino alle tre del pomeriggio. “Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloi, Eloi, lemà sabactàni?, che significa: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: “Ecco, chiama Elia!”. Uno corse a inzuppare di aceto una spugna e, postala su una canna, gli dava da bere, dicendo: “Aspettate, vediamo se viene Elia a toglierlo dalla croce”. Ma Gesù, dando un forte grido, spirò. (Mc 15, 33-37).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

TREDICESIMA STAZIONE: Gesù è deposto dalla croce.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
“C’era un uomo di nome Giuseppe, membro del sinedrio, persona buona e giusta. Non aveva aderito alla decisione e all’operato degli altri. Egli era di Arimatea, una città di Giudei, e aspettava il regno di Dio. Si presentò a Pilato, chiese il corpo di Gesù. E lo calò dalla croce.” (Lc 23, 50-53).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

QUATTORDICESIMA STAZIONE: Gesù viene deposto nel sepolcro
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
“Giuseppe, preso il corpo di Gesù, lo avvolse in un candido lenzuolo e lo depose nella sua tomba nuova che si era fatta scavare nella roccia; rotolata poi una gran pietra sulla porta del sepolcro, se ne andò”. (Mt 27, 59-60).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

QUINDICESIMA STAZIONE: Gesù risorge da morte.
Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché con la tua Santa Croce hai redento il mondo.
“Passato il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro. Ed ecco che vi fu un gran terremoto: un angelo del Signore, sceso dal cielo, si accostò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. Il suo aspetto era come la folgore e il suo vestito bianco come la neve. Per lo spavento che ebbero di lui le guardie tremarono tramortite. Ma l’angelo disse alle donne: Non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. E’ risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: E’ risuscitato dai morti e ora vi precede in Galilea: là lo vedrete. Ecco, io ve l’ho detto”. (Mt 28, 1-7).
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre
Abbi pietà di noi, Signore. Abbi pietà di noi.
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore sianoimpresse nel mio cuore.
“Eterno Padre, ricevete, per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, il Sangue Divino che Gesù Cristo Figlio vostro ha sparso nella sua Passione: per le sue Piaghe, per il suo capo trapassato di spine, per il suo Cuore, per tutti i meriti suoi divini perdonate alle anime e salvatele”.
“Sangue Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto e grande amore, per riparare gli oltraggi che ricevi dalle anime”.
Gesù, Maria vi amo! Salvate anime e salvate i consacrati.

Lascia un commento

*