Una devozione molto cara a Gesù che ci promette grazie senza fine

Oggi nel blog voglio condividere una devozione che Gesù ama molto…lo ha rivelato varie volte ad alcuni veggenti…e voglio proporla affinchè tutti possiamo metterla in pratica.

A Cracovia nell’ottobre 1937, in circostanze non meglio descritte, Gesù ha raccomandato a Santa Faustina Kowalska di venerare in modo particolare l’ora della sua morte, che Egli ha chiamato:

“l’ora della grande misericordia per il mondo”.

Qualche mese più tardi (febbraio 1938) ha ripetuto questa richiesta e ancora una volta ha definito lo scopo dell’ora della Misericordia, la promessa legata ad essa ed il modo di celebrarla: “Ogni volta che senti l’orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella mia misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poiché fu in quell’ora che venne spalancata per ogni anima……In quell’ora fu fatta grazia al mondo intero, la misericordia vinse la giustizia”

Gesù desidera che in quell’ora sia meditata la sua passione, in modo particolare l’abbandono nel momento dell’agonia e allora, come ha detto a Santa Faustina,
”Ti permetterò di penetrare nella mia tristezza mortale e otterrai tutto per te stessa e per gli altri”

In quell’ora bisogna venerare e lodare la misericordia divina e implorare le grazie necessarie per tutto il mondo, soprattutto per i peccatori.

Gesù ha posto tre condizioni necessarie perché le preghiere innalzate nell’ora della Misericordia, siano ascoltate:

la preghiera deve essere rivolta a Gesù
deve aver luogo alle tre del pomeriggio
deve richiamarsi ai valori e ai meriti della passione del Signore.
Bisogna anche aggiungere che l’oggetto della preghiera deve essere in accordo con la Volontà di Dio, mentre lo spirito della preghiera cristiana esige che sia: fiduciosa, perseverante e legata alla pratica della carità attiva verso il prossimo.

In altre parole alle tre del pomeriggio si può onorare la Divina Misericordia in uno di questi modi:

Recitando la Coroncina alla Divina Misericordia
Meditando la Passione di Cristo, magari facendo la Via Crucis
Se ciò non è possibile per mancanza di tempo recitare la seguente giaculatoria: “O Sangue e Acqua che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi, confido in Te!”

I commenti sono chiusi.